il territorio

Oltre il mare e la nostra cucina

Il versante jonico di questa porzione di Calabria si snoda tra terra e mare, in una geografia intermittente a tratti morbida, aspra, rigogliosa, sempre sorprendente. Distaccandosi dalle tracce antropiche, si scorge una bellezza che sa ancora colpire lo sguardo e il cuore, ed esplorare questo territorio selvaggio, immergersi nel suo patrimonio storico, artistico, archeologico e naturalistico, è un’esperienza intensa che sa emozionare.

Marina di Gioiosa Ionica

La Costa dei Gelsomini si apre su una spiaggia bianca lambita dal blu immenso.
Da visitare il Teatro greco-romano, la Torre Galea, le fortificazione risalente al periodo di dominazione aragonese e la Torre Spina o del Cavallaro, presidio di avvistamento a difesa della costa edificato in epoca bizantina per arginare l’impeto dei saraceni.

Gioiosa Ionica 5 km

Piccolo centro dell’entroterra jonico.
Da vedere Palazzo Amaduri ed il Museo Civico; da non perdere il Parco archeologico del Naniglio, con la villa romana (I secolo a.C.) che conserva pregevoli mosaici ed una cisterna ipogea.
Eventi
Gustando il borgo_Festival internazionale artisti di strada

Locri Epizefiri 10 km

La sua storia è legata ad altri due centri del territorio.
Parliamo di Locri Epizefiri, polis della Magna Grecia del VII secolo a.C., e Gerace, città medievale fondata nel IX secolo.
Dopo la conquista romana di Locri Epizephiri e a seguito delle incursioni saracene, il sito venne abbandonato e gli abitanti si rifugiarono sulle colline dell’entroterra, dove fondarono Gerace. Prendetevi il tempo di visitare il Museo ed il Parco Archeologico di Locri Epizefiri, una delle più importanti città della Magna Grecia.
Eventi
Festival di musica classica della Locride in luglio
Portigliola teatro festival’ al Parco archeologico periodo luglio ed agosto

Mu.sa.ba. 10 km

Un museo a cielo aperto di grande impatto. Il Parco Museo Santa Barbara, creato nel 1986 dal genio creativo dell’artista Nik Spatari e della moglie Hiske Maas nel Complesso Monastico di Santa Barbara, regala per un’esperienza unica tra arte e natura.

Roccella Ionica 15 km

Una spiaggia aperta al mare e al vento lambita da un mare cristallino.
Un luogo di storia e natura che per 15 volte ha meritato la Bandiera Blu, ambito riconoscimento che certifica la qualità ambientale.
Dal suo promontorio, il complesso del castello normanno dei Carafa punta lo sguardo sul mare immenso e sovrasta il borgo. Da vedere l’anfiteatro, la chiesa di San Nicola di Bari e gli edifici annessi, oltre che i palazzi ed edifici nobiliari che sono una caratteristica del borgo.
Eventi
Festival jazz Rumori mediterranei­­ in agosto www.roccellajazz.org

Gerace 21 km

Uno dei Borghi più belli d’Italia.
Da vedere l’antico Palazzo del Balzo, la settecentesca chiesa di San Giorgio, i due conventi dei Cappuccini (1534) e dei Minori Osservanti (1612). Tra le molte chiese, si segnalano quella di Santa Maria del Mastro e di Santa Maria di Monserrato, di origine bizantina. L’antica chiesa di San Martino fu ricostruita dopo il terremoto del 1783, e la maestosa Cattedrale in stile romanico- normanno venne consacrata nel 1045. In piazza delle Tre Chiese si trovano la Chiesa Convento di San Francesco d’Assisi dalle linee gotiche (1252) e la chiesa greco-ortodossa di San Giovanni Crisostomo (XI° secolo). Da qui si raggiungono i resti del castello normanno (XI° secolo).
Eventi
Il Borgo incantato rassegna internazionale di arte di strada luglio http://www.comune.gerace.rc.it/monumenti

Bianco 37 km

Deve il suo nome alle colline calcaree (calanchi) che dal mare identificavano la cittadina già nell’antichità.
Oltre alle chiese ed al santuario della Madonna di Pugliano, si consiglia la visita della Villa Romana e della necropoli di Casignana, in località Palazzi, con splendidi mosaici la cui bellezza e qualità ne fanno il secondo sito archeologico di pregio dopo Piazza Armerina.
Da gustare il celebre, prezioso vino passito Greco di Bianco doc. Si consiglia la visita ai diversi produttori locali.

Bovesia 70 km

Territorio della minoranza storico-linguistica dei Greci di Calabria. Il versante Jonico meridionale
dell’Aspromonte conserva tracce del particolare patrimonio culturale e della sua antica natura, crocevia di scambi e culture sul bacino del Mediterraneo. L’area ellenofona di Calabria è caratterizzata da una particolare conformazione orografica dovuta alla presenza delle fiumare che scavano le montagna per giungere al mare, creando uno scenario unico. È questa una delle zone di coltivazione del bergamotto e dello zafferano (Motta S. Giovanni). I borghi di Bova (Museo della Lingua Greco-Calabra “Gerhard Rohlfs”), Condofuri, Gallicianò (Museo Etnografico “Anzel Merianoù”), Roccaforte del Greco, Roghudi, Palizzi, Pentedattilo, e ancora Staiti (Museo dei Santi Italo-Greci) e Bagaladi, con l’importante gruppo scultoreo dell’Annunciazione di Antonello Gagini (1504), uno dei più raffinati lasciti dell’artista in Calabria, presentano tracce del patrimonio storico-artistico. Nell’area grecanica e territorio aspromontano si organizzano escursioni e trekking naturalistici.
www.galareagrecanica.it
www.parco.calabriagreca.it
www.parcoaspromonte.gov.it
www.naturaliterweb.it
www.caireggio.it
Eventi
Kaulonia Tarantella festival_
Musica folk nazionale_kauloniatarantellafestival.it
Paleariza_Musiche dal mondo nella Calabria greca_ www.paleariza.it

Reggio Calabria 100 km

La città si apre al mare ed alla Sicilia, caratterizzata dalla visione maestosa dell’Etna.
Oltre alla splendida vegetazione che bordeggia l’azzurro del mare, alternata a qualche reperto storico, si consiglia la visita al Museo Archeologico Nazionale, che custodisce, oltre ai Bronzi di Riace, pregiati reperti degli antichi insediamenti di Calabria; la Casa della Cultura, il Piccolo Museo San Paolo, il Museo Diocesano, la Pinacoteca civica e le molte chiese della città, tra le

Museo Archeologico
Lungomare
Museo Diocesano
Casa della Cultura
Pinacoteca civica
Stretto di Messina